Messe Feriali ore 7.00 e 16.30
Messe Festive ore 10.00 e 16.30
…dalla terra il Signore fa crescere erbe medicinali e chi ha buonsenso non le rifiuta….
Siracide,XXXVIII,4-8

Super User

Don Vincenzo Marchetti

Lunedì, 01 Marzo 2021 22:26

SPUNTI PER LA QUARESIMA

La Quaresima e la nostra Anima

La Quaresima, periodo di attesa del miracolo di Pasqua, periodo di ripensamenti interiori, periodo di penitenza e silenziose meditazioni sul significato del nostro "essere", presente, passato e futuro.

Silenzio e sofferenza, silenzio e gioia, silenzio e profonda solidarietà verso i più sfortunati, gli emarginati, i poveri e i sofferenti.

Tutto ciò ma molto, molto di più significa la personale Quaresima di noi che viviamo quasi sospesi in attesa del grande evento nel quale la nostra anima potrà risorgere insieme a Cristo Gesù.

Qui di seguito alcuni spunti scritti da San Luigi Orione nel lontano 1926 ma ancora così attuali come lo è ancora colui che li ha scritti: approfittiamone a piene mani perché così nasce anche la  nostra piccola santità quotidiana









Mercoledì, 10 Febbraio 2021 11:36

25° DI FRA ALEJANDRO

Una vita spesa nella Preghiera


L'11 febbraio 2021 cade il 25° della Consacrazione Religiosa del nostro confratello Fra Alejandro Lafuente. Partecipiamo alla sua gioia per il raggiungimento di questo importante traguardo spirituale e ne vogliamo fare partecipi anche i nostri fedeli e tutti coloro che ci rallegrano con la loro presenza a volte assidua.
Preghiamo il Signore perché sia solo la tappa di una lunga vita dedicata al lavoro e alla preghiera spesi per tutti coloro che soffrono, per i poveri, gli emarginati e coloro che amano incondizionatamente La Santa Vergine e il figlio suo Gesù Cristo, senza dimenticare i nostri fratelli perduti che speriamo di rivedere presto.
Essere eremiti, a volte percepito da chi vive all'esterno, come un'attività esclusivamente ascetica e quasi poetica, in realtà comporta sacrifici, lavoro e tante ore passate in preghiera ma vissute gioiosamente con i confratelli.

Che Dio vi benedica sempre e ovunque.

Sabato, 06 Febbraio 2021 13:12

LA VOSTRA E NOSTRA STORIA

Rivedetevi nella Storia dell'Eremo

A partire da questo articolo, pubblicheremo sul sito, con cadenza mensile, le vecchie edizioni del Richiamo di Frate Ave Maria. Questo articolo, in particolare, contiene la prima edizione uscita nel 1972; questo, oltre ad aiutarci a ripercorrere la storia dell'Eremo, darà l'opportunità, a chi è stato all'Eremo in quegli anni oppure ha avuto parenti ed amici frequentatori di questo sito, di rivivere, tramite fotografie dell'epoca o brevi reportage o altro, tutti gli eventi di vostro interesse.
Seguiteci e, se trovate qualcosa che vi possa ricordare eventi o persone di allora, chiamateci o scriveteci: potrete ricevere, direttamente a casa, una copia del richiamo di vostro interesse.


Tel.: 0383 52729 Fra Ivan - Mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
















Giovedì, 14 Gennaio 2021 10:08

NASCITA AL CIELO DI FRATE AVE MARIA





Anniversario della Sua Morte

Anche quest’anno, il 21 gennaio, noi Eremiti della Divina Provvidenza ricorderemo la “nascita al cielo” di Frate Ave Maria, avvenuta la mattina del 21 Gennaio 1964 nell’ospedale di Voghera.
Sarà un anno particolare data la situazione della attuale Pandemia. Non avremo la possibilità di riunirci a Sant’Alberto di Butrio per celebrare insieme l’anniversario nei luoghi dove Frate Ave Maria riposa, e dove è vissuto per tanti anni, dove ha sperimentato un profondo e intenso rapporto con Dio, facendo del bene alle tante persone che lo cercavano attirate dalla sua santità e testimonianza di vita.
Tuttavia anche in queste circostanze, per la nostra comunità, unita nella preghiera con tutti i fedeli e gli amici del nostro Eremo, ci sarà l’occasione di meditare gli ultimi giorni di vita di Frate Ave Maria, onde ricavarne fruttuose ispirazioni.
Tutti coloro che hanno avuto contatti con lui in ospedale, nei giorni precedenti la sua morte, raccontano della serenità nell’accettare la sua situazione, del suo abbandono fiducioso in Dio, della sua gentilezza e premura verso coloro che lo assistevano. Egli passò le sue ultime ore nello stesso modo in cui trascorse la maggior parte delle ore della sua vita: nella preghiera, prima di tutto per gli altri.
Nel 1962, due anni prima della sua morte, quando volle festeggiare i cinquanta anni della sua cecità egli scrisse, sulla sua immagine ricordo, queste parole rivolte a Dio in tono di preghiera:


“Convertisti in luce le mie tenebre ed in gioia la mia tristezza..”.


In questi frangenti cosi’ duri e difficili abbondano tenebre e tristezze. Eppure, ispirati da Frate Ave Maria, continuiamo a invocare dal Signore forza e luce per andare avanti, per non soccombere alle paure e sperare quelle gioie che, al di là degli eventi della storia, solo Lui ci può dare.











Lunedì, 28 Dicembre 2020 17:36

LA NEVE E IL NUOVO ANNO

Auguri di Buon Anno

La neve, questo miracolo della natura, bianca, quasi impalpabile, scende silenziosa; ci mancava già da parecchi anni, a parte qualche piccola nevicata presto sciolta. Guardiamo fuori dalle finestre della casa in cui viviamo rinchiusi dalla pandemia e la vediamo scendere quasi a valanga, proprio durante le feste di Natale come eravamo, spesso, abituati nel passato. Anche sull'Eremo la neve è scesa copiosa coprendo con la sua coltre bianca boschi, strade, edifici, statue, camini: è bello uscire all'aperto e vederla scintillare sotto le luci, creando giochi di colore e riflessi argentei: la nostra anima ritorna bambina e corre a quando, da piccoli, guardavamo questo spettacolo con gioia e meraviglia per poi scatenarci nel gioco. Questo è il grande spettacolo di Dio e delle sue meraviglie; affidiamoci a Lui perché il nuovo anno ci rechi buone notizie per il futuro. Il nostro auspicio è rivolto, senza alcuna remora, a tutti coloro che ci leggono: la nostra preghiera sarà per tutti voi, nostri fratelli in Cristo. Anche se qualcuno ha lasciato la via, dubita o si è allontanato, le nostre preghiere Vi seguiranno sempre e ovunque perché siete ancora e per sempre Nostri Fratelli".

Giovedì 31 Dicembre la messa sarà alle 16.30 come di consueto.
Al termine della messa canto del Te Deum con solenne esposizione del Santissimo per circa 1 ora.
Alle ore 18.00 canto dei Vespri con la comunità religiosa.















Desiderata

Procedi con calma tra il frastuono e la fretta, e ricorda quale pace possa esservi nel silenzio. Per quanto puoi, senza cedimenti mantieniti in buoni rapporti con tutti. Esponi la tua opinione con tranquilla chiarezza, e ascolta gli altri; pur se noiosi e incolti, hanno anch’essi una loro storia. Evita le persone volgari e prepotenti: costituiscono un tormento per lo spirito. Se insisti nel confrontarti con gli altri, rischi di diventare borioso e amaro, perchè sempre esisteranno individui migliori e peggiori di te. Godi dei tuoi successi e anche dei tuoi progetti. Mantieni interesse per la tua professione, per quanto umile, essa costituisce un vero patrimonio nella mutevole fortuna del tempo. Usa prudenza nei tuoi affari, perchè il mondo è pieno d’inganno. Ma questo non ti renda cieco a quanto vi è di virtù; molti sono coloro che perseguono alti ideali e dovunque la vita è colma di eroismo. Sii te stesso. Soprattutto non fingere negli affetti. Non ostentare cinismo verso l’amore, perchè, pur di fronte a qualsiasi delusione e aridità, esso resta perenne come il sempreverde. Accetta docile la saggezza dell’età, lasciando con serenità le cose della giovinezza. Coltiva la forza d’animo, per difenderti nelle calamità improvvise. Ma non tormentarti con delle fantasie: molte paure nascono da stanchezza e solitudine. Al di là d’una sana disciplina, sii tollerante con te stesso. Tu sei figlio dell’universo non meno degli alberi e delle stelle, ed hai pieno diritto d’esistere. E convinto, o non convinto che tu ne sia, non v’è dubbio che l’universo si sta evolvendo a dovere. Perciò sta in pace con Dio, qualunque sia il concetto che hai di Lui. E quali siano i tuoi affanni e aspirazioni, nella chiassosa confusione dell’esistenza, mantieniti in pace col tuo spirito. Nonostante i suoi inganni, travagli e sogni infranti, questo è pur sempre un mondo meraviglioso. Sii prudente. Sforzati d’essere felice. Manoscritto del 1692.

ATTENZIONE

Queste schede non vogliono sostituire in alcun modo la professione medica. Doveroso consultare il medico immediatamente all’insorgere di qualsiasi disturbo o disagio psico-fisico. Non esiste una vera guarigione senza un atteggiamento di consapevole ricerca spirituale verso un bene comune e diffuso che ci porterà ad un equilibrio armonioso fra CORPO-MENTE-SPIRITO

Preghiera di Frate Ave Maria

O Gesù, luce vera venuta nel mondo a illuminare tutte le anime,
ti ringraziamo di aver chiamato, attraverso la sventura della cecità fisica, Frate Ave Maria
alla luminosa notte di una vita tutta spesa, in penitenza e gioiosa preghiera,
per indicare agli sfiduciati le mirabili certezze della fede.
Concedi anche a noi di camminare, allo splendore del tuo volto,
in grazia e carità operosa per il bene dei fratelli,
ed esaudisci, per sua intercessione,
la supplica che ti presentiamo.
Gloria al Padre, e al Figlio, e allo Spirito Santo….

Preghiera di S. Alberto Abate

Amabilissimo Sant’Alberto, che dopo nove secoli dalla tua santa morte in quest’Eremo
Intriso di verde e di silenzio, hai ancora su di noi, tormentati uomini d’oggi,
un suggestivo richiamo al riposo dello spirito, ascolta le nostre umili richieste.
Aiutaci a staccare il cuore da tante cose terrene ed inutili,
per amare di pù l’evangelica povertà.
Fa che, aspirando ai beni eterni che ci attendono,
possiamo trasformare in preghiera il lavoro, le gioie, i dolori,
in un crescendo di elevazione a Dio.
Aprici il cuore per tendere, sorridendo, la mano a chi soffre
Ed ha fame di pane e d’amore, donando ai fratelli qualcosa di nostro e di noi.
Grazie, Sant’Alberto, per l’esempio di santità che ci hai lasciato;
la tua spirituale vicinanza su questa terra
sia per noi preludio di eterna felicità,
immersi insieme a te nell’infinito amore.

S.Alberto

Eremo Sant'Alberto di Butrio (Opera Don Orione)

27050 Ponte Nizza (Pavia)

Tel. 0383 52729